Home
CONCORSO 2013
Scritto da 150 Strade   
giovedì 26 febbraio 2009

Storia vera in forma di racconto:

Sei schiaffi

 Pagina facebook

 Tutorial Lettura ad alta voce

Romanzo free di Simona Martella

  Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo

 TEMA 2014

ARTE 

 Parliamo di Artisti che,oggi e in epoche passate, hanno espresso nelle loro opere sentimenti e suscitato emozioni,sempre diverse ed originali. Quando veniamo a contatto con l’Arte e riusciamo a capirla, ci troviamo in una dimensione che trascende le normali attività umane; siamo conquistati dalla bellezza e le riserviamo subito un posto nel nostro cuore. Tendiamo verso l’Arte e la cerchiamo nella poesia, nella musica, nella pittura anche se molti di noi ancora si spaventano di fronte ai grandi poeti, non riescono a capire un’opera di Picasso o Mirò, sono infastiditi dalla musica di Bach e dall’Opera lirica; e purtroppo, in questi giorni, si parla di abolire la storia dell’Arte nelle scuole superiori. Ma Arte non è solo la Gioconda, è anche nel cinema, nella moda, nella cucina e soprattutto nella natura. Proviamo dunque a scrivere un racconto, non un saggio, sull’Arte, per arricchire il nostro sguardo sulla vita,  anch’essa, appunto, un’opera d’Arte. 

------------------------------
     

              Guardate cose belle: TED – Ideas worth spreading

       Cover 2013

  Casa della lettura ad alta voce 

  e-book di Pasquale Larotonda

 

RESOCONTO SERATA  

Sabato 14 dicembre alle ore 17.30 nella sala Tersicore del Comune di Velletri si è svolta la serata finale della 8^ edizione del Concorso letterario per racconti brevi 150 Strade con la premiazione dei primi 5 classificati del concorso Nazionale e del vincitore del Concorso riservato ai giovani della Scuola Media A. Velletrano.

Il concorso è nato nel 2005 sulle carrozze della linea Roma-Velletri da un’idea dei soci fondatori Domenico Palmieri, Michele Suriana e Pasquale Larotonda.

E’ completamente gratuito e si svolge essenzialmente sul web, dove sono pubblicati i racconti che arrivano da tutt’Italia e anche dall’estero. Ogni anno arrivano in media 120 racconti di massimo quattro cartelle sui temi scelti da 150strade e, nella serata finale vengono premiati i migliori cinque racconti.

Una prima selezione permette di individuare i 50 migliori racconti che sono inseriti nell’annuale antologia, pubblicata in 150 esemplari. I libri sono gratuiti per i 50 e, per qualche copia in più, si richiede un piccolo contributo per la stampa.

Tutto questo è possibile grazie a Tiro a Segno Nazionale di Velletri che sostiene la pubblicazione e dal Comune di Velletri ogni anno offre un apporto logistico. Quest’anno si è aggiunta la  Coop che ha messo a disposizione le targhe.

La giuria è composta da Emanuela Ciarla, Eugenio Dibennardo, Paolo Maola, Diana Magoni, Alessia Rocchi, Nicoletta De Santis, Antonella Masi.

Il tema di quest’anno è “Dietro l’angolo”: cosa c’è dietro l’angolo? Cosa abbiamo trovato che non ci aspettavamo? Nella storia dell’umanità, nelle nostre storie personali, nei nostri incontri inaspettati, quando il destino ci ha preparato una sorpresa. Quando le tessere del mosaico sembrano andare al loro posto, ecco che tutto torna in gioco e dobbiamo cambiare strada, fare una scelta diversa. L’occasione che nasce dal nulla e ci chiede di essere accolta. Non sappiamo cosa c’è dietro l’angolo e dobbiamo prepararci a tutto. Ambientate le vostre storie nel passato, presente o futuro ma sempre tenendo conto del mistero, della sorpresa, della possibilità che tutto cambi.

Tra il pubblico erano presenti quattro dei cinque finalisti provenienti dalle varie regioni d’Italia, un  gruppo di autori appassionati del concorso da Ravenna ad altri autori dalle vicine città del Lazio. 

Presente una rappresentanza del Tiro a Segno Nazionale di Velletri nelle persone del segretario Luciano Picca e del giovane campione italiano Saverio. L’associazione Padre Laracca con il suo presidente Giorgio Maggiore che ha fornito alcuni premi per i ragazzi attraverso libri di lettura e, per i concorrenti del concorso nazionale, bottiglie personalizzate sul tema del bimillenario augusteo oltre la preziosa pubblicazione del libro di Padre Laracca, altre pubblicazioni messe a disposizione dall’Avv. Mammucari.

 La dott.ssa Emanuela Treggiari è intervenuta con un caloroso saluto sottolineando e apprezzando la continuità e solidità del concorso 150strade che si è conquistato un ruolo di primo piano nel panorama culturale veliterno assicurando anche per il futuro l’appoggio morale e logistico all’iniziativa da parte dell’Amministrazione Comunale.

 

Sezione giovani:  Sono stati selezionati 3 racconti: Gasbarra Matteo con “Un viaggio rivelatore”,  Camilla Giuliani con “Dietro l'angolo” e Martina Vulcano con “Nottata in bianco”. Viene premiata Camilla Giuliani ma, poiché la ragazza è all’estero, riceve il premio, emozionato, lo zio Dott. Sandro Giuliani che ha anche belle parole per l’iniziativa. Tutti i giovani che hanno partecipato al concorso ricevono medaglie e libri.

Per alimentare un dibattito sulla lettura viene proposto un brano di un articolo di Umberto Galimberti comparso in giornata sulla stampa in cui si sostiene che ci sono ragazzi che scrivono meglio dei loro professori proprio perché leggono più libri di loro; che i giovani che leggono libri affrontano le difficoltà della vita con maggiore consapevolezza per aver già analizzato attraverso la lettura una gamma di sentimenti molto vasta e non rischiano di rispondere con il solo istinto alle pulsioni e passioni che si trovano a vivere. Ma di contro c’è da dire anche che oggi in una classe di 24 liceali solo 4 leggono libri e quindi si può dire che gli altri venti sono perduti e non possono godere dell’immenso patrimonio che mette a disposizione la letteratura con tutte le conseguenze e ricadute sulla cultura, società e soprattutto sulla civiltà.  

Ma subito si passa alla motivazione per Camilla è: Scrittura fresca e piena di progetti, quella della nostra amica Camilla, che ha pensieri positivi per tutti gli uomini e tanto stupore e curiosità per lei. Auguri Camilla!). Il racconto è stato letto con partecipazione da Enrico Cappelli.

Il “Teatrone”, nelle persone di  Enrico Cappelli, Antonella Consolandi, Enrico Lopez, Elisabetta Berdini ha letto brani da tutti i racconti finalisti.

 Questa la classifica finale del concorso Nazionale:

Tiziana Monari da PRATO con “Credo in un solo Dio”. Motivazione:  L’autrice ci fa procedere passo dopo passo accanto ad Amina, donna ripudiata e fuggiasca, che si libra nell’aria come una farfalla e vive un solo giorno, in una incalzante sequenza di immagini, dalla sua giovinezza violata  fino all’incontro con i giovani dalle barbe incolte. Il viaggio  della ragazza, in un mondo ostile alle donne, è descritto con grande lucidità e rispetto anche del suo estremo sacrificio quando “Prima di diventare stella o forse foglia chiese al suo Dio se fosse giusto tutto ciò che stava accadendo”.

 Secondo posto: Chiara di Laura Vargiu da SILIQUA (CA). Motivazione: Storia di accoglienza e comprensione che solo alla fine svela la grande parte nascosta dell’iceberg. Scrittura vivace e sensibile che mostra una notevole capacità di arginare luoghi comuni e pregiudizi.

Terzo posto: Al di là del corridoio di Sonia Barletta da VELLETRI.  Motivazione: In un tema già trattato in letteratura e cinema ma qui analizzato in modo originale e con scottante attualità, l’autrice ci guida attraverso un incalzante e divertente itinerario, partendo  dal luogo più caldo e accogliente che si possa immaginare, fino alla scoperta della vita, appunto, dietro l’angolo. Splendida lettura-interpretazione di Antonella Consolandi.

 Quarto posto: Quando … la bestia di Fiorenzo Tatini da PADOVA. Un evento inaspettato sconvolge la vita di una famiglia come tante, in una scrittura toccante e concreta. Rinunce, dolori e nuovi occhi cambieranno il mondo del protagonista in un percorso di  consapevolezza per ritrovare, anche nella nuova condizione, una visione ottimistica e positiva sul futuro.

Quinto posto: Un giorno di neve di Claudio Marsella da PISA. Motivazione: Narrazione ovattata, dominata dalla notte e dal candore silenzioso della neve. L’autore scrive una vera sceneggiatura in cui le protagoniste, credendo di vivere la quotidianità del loro lavoro,  si trovano di fronte ad una realtà, metafora della vita stessa, che travalica la condizione umana.

Il segretario del Tiro a Segno ha consegnato una targa speciale a Enrico Cappelli per il percorso fin qui seguito insieme al suo gruppo “Il Teatrone”come lettori ufficiali dei migliori racconti.

Il presentatore, Pasquale Larotonda, se l’è cavata anche con la febbre a 37 e mezzo.

Fotografo ufficiale: Elio Svettini.

                                        

                                               Premiazioni 2012 e resoconto serata finale

 

                                                                               AVVERTENZA

 Art. 6 del Regolamento:  I partecipanti al Concorso rinunciano, contestualmente all’invio dei racconti, a qualsiasi titolo di riconoscimento dei diritti di autore, limitatamente alla pubblicazione oggetto del concorso stesso e alla permanenza nell'archivio "concorsi scaduti" del sito di 150strade. Tutti i racconti presenti nel sito, che costituiscono l'archivio storico dei concorsi gratuiti indetti da 150 Strade sono di esclusiva proprietà dei rispettivi autori. L'Associazione Culturale 150 Strade declina ogni responsabilità per qualunque uso diverso dal semplice piacere della lettura. Tutti i racconti presenti nel sito sono destinati esclusivamente alla libera lettura da parte degli utenti e visitatori. Chi volesse togliere il proprio racconto dal sito può comunicarlo a:        Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo '; document.write( '' ); document.write( addy_text168 ); document.write( '<\/a>' ); //-->\n Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo       e sarà immediatamente rimosso.

                                                       -----------------------------------------------------------------------------------------------------

                                                                                 NOTA:

Il concorso letterario,  gratuito, nato tra le carrozze del treno Roma-Velletri, è  ormai conosciuto a livello nazionale e internazionale. Ogni anno 150strade lancia il bando (gratuito) con un nuovo tema e raccoglie nel sito 150strade.org i racconti arrivati fino alla scadenza del 30 giugno.

Nell’archivio in rete gli autori hanno lasciato, per il solo piacere della lettura, almeno 500 racconti sui più svariati temi. La giuria termina il suo lavoro a fine giugno e nel mese di luglio viene realizzato un volume con i migliori 50 racconti che viene donato agli stessi autori selezionati.

La giuria di quest’anno è composta da:

Emanuela Ciarla – Presidente  - (Velletri 1965), insegnante di materie letterarie, sommelier e degustatrice, ama definirsi enogastronoma. Collabora con alcune riviste tentando di far incontrare la storia della cucina, le tradizioni religiose, la letteratura e l’arte.

Alessia Rocchi è nata a Velletri, città dove vive e scrive. Dopo la Laurea in lettere si è dedicata alla scrittura pubblicando nel 2006 per Rizzoli il romanzo Ánghelos e nel 2010 Il Libro Oscuro di Dracula, per la UltraLit e nel 2013 “Quando il vampiro cominciò a sognare” per la Alpes.

Nicoletta De Angelis, nata a Velletri nel 1978, si è laureata in sociologia alla Sapienza e in seguito si è specializzata in grafologia. Ha partecipato con successo ad alcuni concorsi letterari e scritto articoli di interesse grafologico per una rivista specializzata.

Paolo Maola, Nato a Velletri, dove vive e lavora come insegnante di lettere. Autore di testi teatrali messi in scena e pubblicati,  collabora con numerose riviste con articoli di storia locale, curiosità e territorio.

Eugenio Dibennardo, insegnante di Lettere attualmente Preside di un Istituto superiore. Laureato in Filosofia, Giornalismo e Scienze Bibliotecarie, si diverte a scrivere racconti.

Diana Magoni, San Matteo della Decima (BO) 1979 – E’ stata la più piccola frequentatrice della biblioteca del suo paese. Legge da sempre, ama i libri e tutto quello che è la parola scritta. Un ricco curriculum come scrittrice e lettrice per giurie di concorsi.

Antonella Masi, avvocato, appassionata di letteratura e poesia sin da piccola, sempre con almeno un libro nella borsa. Ama trascorrere più tempo possibile insieme alla famiglia – marito e due bimbi, Marco e Luca – condividendo una quotidianità mai noiosa e meravigliosi viaggi auto-organizzati.

 

Ogni anno ai primi di settembre/ottobre (per il 2013 nel mese di dicembre) si premiano i vincitori ed ogni anno i finalisti provenienti da tutt’Italia e dall’estero vengono a farci visita per passare con noi un bella serata.

Il sito di 150strade è molto frequentato dagli appassionati; ad oggi 620.000. La maggior parte dei racconti arrivati negli anni sono ancora visibili e letti da molte persone. C’è anche una sezione poesie dialettali provenienti da tutt’Italia. Quest’anno, come lo scorso anno, abbiamo affiancato al premio nazionale anche un premio dedicato ai ragazzi di alcune scuole medie di Velletri.

                     

Ultimo aggiornamento ( martedì 08 aprile 2014 )